CONTO ALLA ROVESCIA AL 88mo RALLY MONTE-CARLO 🇲🇨🇲🇨 AUTOMOBILE CLUB DE MONACO 🇲🇨 -47 Giorni

🇮🇹-47   Giorni

1936: Il Momento degli Inventori    

Petre Cristèa , copilota dell’ ingeniere  Ion Zamfirescu, utilizza un sistema  di  bloccaggio a ruote indipendenti  e  un freno a mano, senza dente d’arresto con rientro al punto morto immediato , che consente rapidi testa-coda e di guadagnare tempo nelle curve . La prova «  partenza-frenata-testa coda » é vinta in  1’5”.

Iscritti :110 -Partiti:91-Classificati:72

Il Rally parte da dodici città.

La velocità media negli ultimi 1.000 km dovrà essere di 55km/ora mentre durante tutto il resto del percorso non si dovranno superare i 60 km/ ora , pena l’eliminazione. Il Regolamento è più severo nella parte meccanica , ad esempio si dovranno utilizzare  pneumatici della  stessa misura per tutto il Rally . In una Europa che cambia , le critiche del fronte popolare , la salita del nazismo rendono l’atmosfera tesa . La Germania e l’Italia bloccano lo scambio delle valute e l’acquisto del carburante è contingentato . “ Rispetto al numero di concorrenti  dell’anno precedente si riscontra un 40% di defezioni .”

Il Podio della XV’  Edizione . Classifica Generale tutte le Categorie : Primo 🇫🇷Ion Zamfirescu , copilota  Petre G. Cristea su Ford V8 speciale. Partiti da Atene  3.868 km

Coppa Femminile : Prime Mrs 🇷🇺Mrs Marinovitch, copilota Mrs Mariette Hélène Delangle, modella e ballerina, meglio conosciuta come  Hellé-Nice,  Partite  da Tallin al volante di una  Matford, percorsi 4.000.

Ion Zamfirescu et son copilote  Petre G. Cristea devant leur voiture Ford V8 spéciale. ( Copyright Archives ACM)

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

🇮🇹-48  Giorni

1935: Ingiurie e Colpi Bassi   

Un anno da dimenticare per le donne pilota , troppi incidenti

Iscritti :170 -Partiti:148-Classificati:103

Il Rally parte da quattordici città.

Nel Regolamento si dispone la creazione di un parco chiuso dove le auto del Rally  saranno parcheggiate  subito dopo il loro arrivo a Monte-Carlo e dal quale non potranno uscire se non l’indomani per affrontare le due prove consecutive : la prova di “start-up” e la prova di “ partenza -frenata-testa coda ”. Per evitare che nottetempo qualcuno  s’infili nel parco auto,   per apportare furbamente qualche modifica, ne vengono piombate le entrate . Si comincia a prediligere la prestazione cronometrica senza dimenticare il vero spirito del Rally : il GT, il Gran Turismo . “ Il Rally rappresenta un incontro , un match , tra il Regolamento che accumula ostacoli ed il virtuosismo dei piloti che li superano.”

Il Podio della XIV’  Edizione . Classifica Generale tutte le Categorie : Primo 🇫🇷Charles Lahaye , copilota René Quatresous  partono il 19 gennaio da Stavanger, 3700 km di percorso , su Renault Nerva Grand Sport5400 , 8 cilindri, cabriolet ‘Spéciale’.

Coppa Femminile : vince 🇷🇺Mrs Marinovitch copilota Lamberjack partite da Palermo 4.072 km su Ford

Charles Lahaye e il suo copilota René Quatresous sur Renault Nerva Grand Sport5400 8 ( Copyright Archives ACM)

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

🇮🇹-49 Giorni

1934 , Un filo di flessibilità

Iscritti :161-Partiti : 148- Arrivati :114

Diciannove città di partenza , quattro percorsi

Il Regolamento consente nel caso in cui  , a causa di avversità naturali non si riesca a raggiungere la città di partenza, di convergere in un percorso più accessibile pagando una penalità di 50 punti . La velocità media resta stabilità a 40 km/ora che diventano 50 km/ora negli ultimi 1.000 km  dei quattro percorsi previsti dove i concorrenti guideranno uno di seguito all’altro .

Il Podio della XII’ Edizione. Classifica Generale ( tutte le categorie) : Primo 🇫🇷Louis Gas , copilota Jean Trévoux sur Hotchkiss AM 80S Partiti   da Atene , 3.786 km

Coppa Femminile: Prima madame 🇫🇷Fernande Hustinx , copilota Simone Louise des Forest ( una delle prime donne in Francia a prendere la patente a soli 19 anni ). Partite da Bucarest al volante di una 301 Peugeot , 3772 km. Fernande  Hustinx previdente ed avveduta userà Spidoleine , un olio particolare per proteggere il suo motore dal gelo .

Louis Gas, vincitore del   Rally,  si rivelerà un fine  pilota nella prova decisiva, cronometrata per la prima volta al centesimo di secondo . (Copyright Archives ACM)

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

UN SOLO VINCITORE PER DUE RALLY : MAURICE  VASSELLE

1932 e 1933

🇮🇹-50  Giorni

1933 : Il Relativo Equilibrio degli Itinerari

Iscritti:129-Partiti:109-Arrivati:71

Dodici città di partenza

Si prefigura un  equilibrio tra i diversi itinerari che , nel  1933,  darà luogo alla formula moderna che conosceremo sino al 1997. Si decide di dare una quotazione al punto di partenza che tenga conto non solo della distanza ma anche delle difficoltà in cui potranno imbattersi i concorrenti. Alla capitale greca viene dato il più alto punteggio, mille punti ! Sul motore e sugli châssis saranno apposti piombi , la loro assenza all’arrivo determinerà l’eliminazione.

Il Podio della XII’ Edizione. Classifica Generale tutte le categorie : Maurice Vasselle alla guida di una Hotchkiss AM80 S sei cilindri, equipaggiata con una calandra para pietre . Partito da Tallin 3780 km

Coppa Femminile: Prima Marguerite Mareuse e Louise Lambertjack su una Peugeot 301,  1.461 cm3 . Tredicesima nella Classifica Generale . Partita da Tallin3.780 km.

Maurice Vasselle nel 1933 è primo su un auto Hotchkiss AM8O S sei cilindri( Copyright Archives ACM)

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

UN SOLO VINCITORE PER DUE RALLY : MAURICE  VASSELLE

🇮🇹-50 Giorni

1932 : L’Inflessibile Flessibilità

Iscritti: 118, Partiti 93, Arrivati 64

Diciannove città di partenza

Poche modifiche vengono apportate al Regolamento: per le vetture più leggere le velocità medie sono fissate a 38km/ora e a 43 km/ora per tutte le altre auto. A far tempo dal 1932 la Coppa Femminile potrà essere vinta solo da una pilota che viaggerà con due passeggeri con la clausola che nessuna altra auto potrà seguirla : viene proibita qualsiasi forma di assistenza!

Il Podio della XI’ Edizione

Classifica Generale :  1’ Categoria, auto superiori a  1.500 cm3 :

🇫🇷Maurice Vasselle con il copilota Peugeot al volante di una Hotchkiss AM2 , prima vettura ad avere un sistema di ruote indipendenti della Peugeot che permettono di schivare le buche e gli ostacoli più rapidamente che con il sistema classico. Partito  da Umea in Svezia  percorrerà 3751 km.

Coppa Femminile: Prima 🇬🇧Morna Lloyd Vaugham, quarantanovenne, alla guida di una Triumph Nine Coupé , copilota Charlotte Nash, studente di medicina. Partenza in Svezia da Umea , 3.751 km alias 3.150 miglia. Molto apprezzate all’arrivo le sue qualità umane soprattutto perché durante il percorso  perse cinquanta minuti per fermarsi ad aiutare , sotto una pioggia battente le vittime di un banale incidente stradale. Sesta  nella classifica della 2’ categoria, auto leggere sotto i 1.500 cm3 , parteciperà a nove Rallye Monte-Carlo dal 1932 al 1952.

Maurice Vasselle , auto Hotchkiss AM2 Primo al Rallye 1932 ( Copyright Archives ACM)

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

🇫🇷-51 Giorni

1931 : Eternità  Meno Quattro Minuti (Jaques Bignan non vincerà il Rally per essersi presentato al controllo di Strasburgo quattro minuti dopo la sua chiusura.)

Iscritti:149-Partiti :111 -Classificati:62

Ventisette città di partenza. I nomi delle città prescelte  saranno resi noti solo dopo la chiusura delle iscrizioni.

Nel Regolamento del Rallye sono ammesse solo due categorie d’auto : quelle sino a 1.100 cm3 di cilindrata che dovranno portare due persone sostenendo una media di 35 km/ ora sapendo che sorpassare il limite di 35 km/ora porta al l’eliminazione e le auto di cilindrata superiore che dovranno trasportare quattro persone a bordo , di cui due potranno essere sostituite con il peso equivalente in zavorra. Queste ultime auto dovranno rispettare la velocità media di 40km/ ora senza superare i 43 Km/ora. Grazie a Henri Petit ed a Marc Chauvière il cronometraggio fa passi da gigante , dal 1931 si cominciano ad usare  apparecchiature elettroniche precise al centesimo di secondo. 

Il Concorso del Confort e quello di Fotografia fanno ancora parte del Rallye .

I vincitori della Xma edizione Classifica 2’ categoria, auto superiori a 1.100 cm3: 🇫🇷Donald Henley al volante d’una Invicta motore  4467 cm3 , partita da  Stavanger 3.638 km

Classifica 1’ catégorie, vetturette con meno di 1100 cm3 : 🇬🇧Leverett su una  Riley « 9 » , motore 4 cilindri di 60.3 mm e 95,2 mm. Partita da Stavanger , 3638 km.

Coppa Femminile :

Prima della 2’ catégorie: 🇬🇧Lady Eda Jardine su una Lancia , partita  da Stavanger, 3.638 Km

Prima della 1’ categoria : Madame 🇫🇷Jeanne al  volante  di una Rosengart, 3638 km.

Henley sulla sua auto Invicta ( copyright Archive ACM)

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

 

🇮🇹-52 Giorni

1930: La Rete Europea

Iscritti :143-Partiti:127-Classificati:88

Il Rally parte da ventotto città. Nuove città  di partenza si aggiungono a quelle che fanno già parte della storia del Rally. Tra esse figurano le metropoli più lontane che attirano i piloti più accaniti.

Tre categorie d’auto :  meno di 1.500 cm3, meno di 3.000 cm3, più di 3.000 cm3.

Il Podio della IX’  Edizione . Classifica Generale: Primo 🇫🇷Hector Petit  al volante di una  La Licorne 5CV. Partito da Jassy , la città la più lontana, percorre i 3.518 km in 91 ore.

Coppa Femminile : vince 🇫🇷Mme Doré ( moglie di Michel Doré Campione  di Francia di Velocità nel 1925) al volante di una Chenard e Walcker, partita da Tallin 3.474 km

La minuscola auto La Licorne di Hector Petit percorrerà 3 518 km senza inconvenienti dopo aver  percorso 3 000 km per raggiungere Jassy, la località di partenza. ( Copyright Archives ACM)

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

🇮🇹-53 Giorni

1929: Ricognizione

Iscritti :106-Partiti:65-Classificati:24

Il Rally parte da ventisette città con 28 diversi itinerari

Il Podio della VIII’ Edizione . Classifica Generale: 🇳🇱Doctor Sprengen Van Eijk al volante di una Graham Paige US de 27CV, 4718 cm3 , partito da Stoccolma , 2963 km

Ladies Cup: Prima 🇺🇸 Mrs Lucy O’Reilly Shell al volante di una Talbot M 67 2 L , partita da Berlino , 2054 km. Ottava nella Classifica Generale. A causa della neve rischia di non arrivare se non grazie al provvidenziale aiuto del pilota 🇧🇪 Francotte che si ferma ad aiutarla . Mme Shell Lo ringrazierà pubblicamente ma l’altruista pilota belga arriverà al traguardo fuori tempo massimo!

La prova di regolarità , seguendo i consigli de piloti, diviene più rigorosa : quattro controlli segreti saranno installati lungo il percorso . I piloti dovranno mantenere una velocità media di 32km all’ora. Su tutto il resto del percorso gli organizzatori del Rally portano la velocità massima consentita a 43 Km/ora e, per affermare il carattere sportivo della competizione, la velocità minima a 30 km/ ora . Il Concorso del Confort e il Concorso di Fotografia restano due must . Il Concorso del Confort persegue l’ideale monegasco d’influenzare il design di nuove carrozzerie con attenzione al confort degli interni , contribuendo in tal modo all’innovazione dell’auto.

Il Rally monegasco ha un fratello nel Principato, il Grand Prix è nato nel 1929 , ma questa è un altra storia…del tutto appassionante !

Doctor Sprengen Van Eijk al volante di una Graham Paige US de 27CV, 4718 cm3 ( copyright Archives ACM)

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

🇮🇹-54 Giorni

1928 : La Riconquista

Iscritti :77-Partiti:60-Classificati:47

Il Rally parte da 25 città con 26 diversi itinerari

Il Podio della VII’ Edizione . Classifica Generale: Primo Jacques Lucien Valentin Bignan partito da Bucarest , 3 030 km, alla guida di una Fiat 509 990 cm3

Coppa Femminile : prima Madame 🇫🇷Charlotte Versigny partita da Bucarest al volante di una Talbot, arriva terza nella classifica generale , risultato sino ad allora mai raggiunto da una donna pilota.

🏆 Una nuova iniziativa: viene organizzato,durante la cena di Gala , un Concorso di Fotografie riservato ai piloti del Rally , a Miss Brunell il primo premio .

Jacques Bignan Fiat 509 990 cm3

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

🇮🇹-55 Giorni

1927 : Manca Ancora Qualcosa

Iscritti :65-Partiti:63-Classificati:45

Il Rally parte da ventiquattro diverse città

Il Podio della VI’ Edizione . Classifica Generale:🇫🇷Marcel Lefebvre – Despeaux al volante di una Amilcar 7 CV motore 1100 cm3 equipaggiato con un compressore Cozette. Partito da Konigsberg con 4 passeggeri ha percorso 2 643 chilometri sino all’arrivo.

Gli organizzatoti decidono di cancellare tutti i percorsi con le partenze dall’Africa per impedire ai concorrenti di totalizzare punti con lunghi percorsi privi delle difficoltà che gli altri tragittii impongono . Le donne sono ufficialmente ammesse a gareggiare e la Coppa Femminile viene vinta da Mildred BRUCE, meglio conosciuta come la moglie di VICTOR Bruce , che conquisterà il podio al volante di una A.C ., partita da John O’Groats , 2 461 km

Marcel Lefebvre-Despeaux partito da Konigsberg al volante della sua auto Amilcar ha percorso 2 643 km in 74 ore ( copyright Archives ACM )

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

🇮🇹-56 Giorni

1926 : Un Rally particolare

Iscritti :44-Partiti:37-Classificati:23

Il Podio della IV Edizione . P
rimo Classifica Generale (auto): 🇬🇧nobiluomo VICTOR AUSTIN BRUCE su Bristol AC Tourer 2 litri , 6 cilindri, partito da John O’Groats, percorsi 2 461 km .

L’Assemblea generale della Società Sport Automobile e Velocipedi di Monaco decide di rinominare l’Associazione “Automobile Club di Monaco”.

Al regolamento del Rallye Monte-Carlo è aggiunta una ulteriore regola : il peso minimo del conduttore o del passeggero è fissato a 60 kg . Se un passeggero durante la corsa cadrà malato si installera e si piomberà al suo posto un sacco di farina di 60 kg. Alla fine di ogni Rally gli organizzatori invitano tutti i partecipanti a una cena di Gala . L’iniziativa sarà molto apprezzata.

Bristol AC Tourer del nobiluomo Victor Austin Bruce ( copyright Archives ACM)

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

🇮🇹-57 Giorni

1925 : La Reazione

Iscritti :48-Partiti:44-Classificati:32

Il Podio della IV’ Edizione. Primo Classifica Generale (auto): 🇫🇷François Repusseau al volante di una Renault 40CV Tipo NM 9121 cm.3 , partito da Tunisi , percorsi 4 501 km , quattro passeggeri tra cui sua moglie . François Repusseau nel 1925 è stato nominato Chevalier de la Légion d’Honneur francese .

Nota Bene Il premio del primo classificato auto  20 000 franchi , il premio del primo classificato cyclecars o mini auto  5 000 franchi .

Il regolamento del Rallye Monte-Carlo è rivisitato e rimodernato, si predilige la distanza percorsa e il numero di passeggeri trasportati. Dare 6 punti in più per ogni persona trasportata, al massimo 20 punti, significherà invitare i costruttori d’auto a prediligere la comodità delle loro vetture. Invece per quanto riguarda la velocità il massimo dei punti sarà ottenuto mantenendo una media di trenta in ora , comprese le soste . Una media di 15 km ora significherà l’eliminazione così come una media di 40 km ora.

François Repusseau  Renault 40CV Tipo NM 9121 cm.3

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

🇮🇹-58 Giorni

1924 : Una Modesta Ripresa

Iscritti :30-Partiti :30-Classificati :29

Il Podio della 3′ Edizione
Classifica Generale : 🇧🇪 Jacques Édouard Ledure al volante di un auto Bignan , partito da Glasgow , 2006 km percorsi.

Finita la Seconda Guerra Mondiale il turismo ritrova vigore e i Monegaschi organizzano una settimana dedicata allo sport automobilistico che riporterà un grande successo . Da notare che il Rally 1924 sarà il solo ad essere organizzato in Primavera , dall’8 al 15 marzo, e sarà ribattezzato da Antony Noghés “Rallye Automobile Monte-Carlo” . I concorrenti dovranno affrontare due prove supplementari. La prima una corsa di velocità sino al Mont Agel passando dal Mont des Mules che ” con i suoi 10 km di percorso e gli 825 metri di dislivello determinerà nella classifica la qualità dei motori e la tenuta su strada delle vetture “. La seconda un percorso di regolarità nell’entroterra da disputarsi l’indomani dell’arrivo a Monaco su 83,5 Km di percorso da Monte-Carlo a Monte-Carlo. Il percorso di regolarità diviene così l’atto fondatore del rally moderno

Ledure Bignan  ( copyright Archives ACM)

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

🇮🇹-59 Giorni

1912: Il Campidoglio e la Rupe Tarpea

Iscritti : 97- Partiti 65-Classificati:54

Vincitore della Seconda Edizione Classifica Generale:JULIUS BEUTLER alla guida di una Berliet Limousine 16HP , partito da Berlino ha percorso 1700 km per arrivare al traguardo di Monaco .
Nel 1912 la signorina Cabieu, pioniera nelle corse automobilistiche , parte da Parigi  al volante di una due cilindri Lion Peugeot per raggiungere Monaco con una media di 32km ora … ma le donne non sono ancora ufficialmente ammesse a gareggiare . Bisognerà aspettare 14 anni perché sia inventato il Trofeo  riservato al gentil sesso !

Berliet Limousine 16 HP ( copyright Archives ACM)

Nel Principato di Monaco Domenica 26 gennaio 2020 avrà luogo la premiazione dei vincitori del 88mo Rally Automobilistico di Monte-Carlo. Countdown dell’evento sul Blog di Ely che vi proporrà ogni giorno , a partire da ieri 27 novembre , una nuova immagine inedita ed esclusiva -proveniente dagli archivi dell’Automobile Club di Monaco – per illustrare i precedenti vincitori della più celebre prova del Campionato del Mondo dei Rally

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

🇮🇹-60

1911:  Partenza Esitante e Burrascoso Arrivo
Iscritti:23-Partiti:20-Classificati:18
Classifica Velocità:

HENRY ROUGIER , celebre aviatore, arriva primo su Turcat-Méry 25 HP , partito da Parigi , Place de la Concorde , il 24 gennaio alle 8 della mattina
1020 km, media 36,213 km ora
Primo Premio : La Coppa del Principe di Monaco più diecimila franchi cash .

Turcat Mery 25 HP, l’auto di Henry Rougier ( copyright Archives ACM)

🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨🇲🇨

Nel Principato di Monaco Domenica 26 gennaio 2020 avrà luogo la premiazione dei vincitori del 88mo Rally Automobilistico di Monte-Carlo. Countdown dell’evento sul Blog di Ely che vi proporrà ogni giorno , a partire da oggi mercoledì 27 novembre , una nuova immagine inedita ed esclusiva -proveniente dagli archivi dell’Automobile Club di Monaco – per illustrare i precedenti vincitori della più celebre prova del Campionato del Mondo dei Rally , creato nel 1911 dall’ACM .

🇲🇨 🇲🇨 🇲🇨 🇲🇨 🇲🇨 🇲🇨 🇲🇨 🇲🇨 🇲🇨 🇲🇨

Copyright © Ely Galleani Blog. All rights reserved.

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

5 risposte

  1. …il diritto a gareggiare per le donne ,un grande passo avanti!..bellissimo articolo,dettagliato e ricco in tutto il suo contenuto di nozioni molto interessanti..fantastica ely !

    1. Si le donne hanno da sempre dovuto lottare per inserirsi …specialmente negli sport considerati maschili . Madame Shell diverrà una importante pilota che riuscirà nel 1936 ad arrivare seconda nella Classifica Generale ! Tra le foto che pubblicherò nel Conto alla Rovescia -52 ( 1930) metterò una sua foto emblematica!

    1. Il Principato di Monaco è famoso per fare onore alle bollicine di Champagne ! Se oggi i vincitori sono soliti festeggiare letteralmente innaffiandosi con lo Champagne sono propensa a credere che una coppa …. di Champagne sia da sempre stata offerta ai primi classificati … forse nel periodo della crisi economica del 1929 che toccò tutta l’Europa qualche benefit fu negato ma a Monaco una coppa di Champagne è sempre stato il miglior modo di brindare alla vittoria 🍾🥂

  2. Comunque la mia era una battuta anche perché chi possedeva un’auto a quell’epoca non se la passava tanto male e quindi poteva permettersi un bel po’ di bollicine non solo per il Podio 🤪🤪e poi a Monaco lo champagne é di casa 👍🍾🥂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *